La salinizzazione dei suoli

Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus

È vero che negli ultimi anni molti suoli del mondo sono diventati salati, tanto da rendere impossibile la crescita dei raccolti? A che cosa è dovuto questo fenomeno?

La salinizzazione oggi interessa enormi estensioni di terreno ed è considerata una delle cause principali della desertificazione, cioè dell’avanzata dei deserti.

Tutti i suoli contengono dei sali minerali che vengono disciolti dall’acqua della pioggia che si infiltra nel terreno. Mentre nelle regioni umide l’acqua scende e raggiunge la falda freatica, nelle regioni aride tende a ritornare in superficie e a evaporare, abbandonando così i sali sulla superficie del terreno.

La stessa acqua utilizzata per l’irrigazione, inoltre, contiene sempre un po’ di sali. Ad esempio, distribuendo 10.000 m³ di acqua su un ettaro di terreno in un anno (il tipico tasso di irrigazione), si aggiungono al suolo dalle 2 alle 5 tonnellate di sali. 

Se il terreno non è ben drenato, cioè non ci sono canalizzazioni per allontanare l’acqua, anno dopo anno ci sarà un tale aumento di salinità da impedire le coltivazioni. 

Si calcola che la salinizzazione dei suoli nel mondo interessi ormai circa un quarto delle terre irrigate, cioè un miliardo di ettari, e sta riducendo la superficie irrigata del mondo a un ritmo annuo dell’1-2%.
Le zone colpite sono soprattutto i paesi aridi e semiaridi dell’Asia, dell’Africa settentrionale, dell’Australia e del Sud America. 
Il fenomeno interessa anche i paesi europei dell’area Mediterranea, come la Spagna, l’Italia, le coste francesi, la Grecia; in queste zone è dovuta soprattutto all’intenso uso delle risorse idriche, in particolar modo nelle aree costiere.

 I deserti* (percorso A piedi)

… continua sul libro “Pianeta Acqua”. acquistalo qui ⇒ GUARDA LA VETRINA! 

Questo argomento viene linkato da una pagina che tratta della coltivazione dei campi e dei problemi relativi ai consumi di acqua e all’inquinamento.

Ci sono diversi sistemi per fornire acqua alle coltivazioni; un’irrigazione gestita male potrebbe infatti modificare l’assetto idrologico, portare ad allagamenti o a fenomeni di salinizzazione dei suoli.

*  I link qui non sono attivi, sono un esempio dei link presenti nell’e-book.